Cultura

Sant'Antonio

Chiesa di Sant'Antonio

I lavori di costruzione di questa chiesa iniziarono nel 1924 ad opera dell'architetto Bazzani. La costruzione del nuovo edificio si rese necessaria perché vi fu trasferita l'officiatura parrocchiale della chiesa di S. Tommaso per l'inadeguata capienza della stessa dato il rapido sviluppo della città. Durante il periodo bellico l'edificio subì numerosi e gravi danni. Riofficiato nel 1945 la sua struttura era rimasta tuttavia incompleta. Nel 1967 si decise di completare l'edificio affidando il progetto all'architetto Enrico Lenti, che progettò il triburio lasciando in vista la struttura in mattoni e integrandola con altri elementi come architravi e pulvini in cemento.

L'interno, alquanto nudo e freddo, è ravvivato dalla policromia delle ventidue vetrate, opera del pittore Vittorio Cecchi, in cui sono rappresentati temi sacri tra cui: la Carità, la Speranza , la Fede, episodi della vita di S.Francesco , la Prudenza e la Temperanza, S. Antonio Apostolo e S. Antonio dottore. La Via Crucis in rame sbalzato è opera di Nadia Lucidi che ha firmato anche le porte della chiesa. Nella navata destra è l'altare di S.Antonio, che ospita la statua del santo scolpita da Luigi Senoner, che nel 1942 eseguì anche la statua dell'Immacolata posta nella cappella a destra dell'altare maggiore. Nella navata sinistra è l'altare di S. Rita con una tela dipinta a olio, raffigurante l'estasi della Santa. I due bracci del transetto hanno altari in marmo di stile neo rinascimentali decorati da mosaici.

Orari di visita:
Tutti i giorni: 09.00-12.30/16.00-19.00


 Chiese

Accade in città

Gennaio 2017
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031