Cultura

Openday Papigno

Dopo l’Openday del 24 gennaio l’impegno sull’area di Papigno continua.
In agenda i tavoli di lavoro sui tre assi tematici – industrie culturali e creative, sport, archeologia industriale- che sono stati facilmente individuati nella giornata che ha visto coinvolte circa 200 persone in un dibattito aperto e propositivo sul futuro di Papigno.

Si parte da un dato: occorre un intervento integrato tra diversi soggetti e diversi settori. Non esiste un imprenditore unico, bisogna pensare ad interventi imprenditoriali e non, realistici e graduali. Coinvolgere interessi imprenditoriali ma anche associazioni no profit. Un’attività che punti alla partecipazione attiva dei soggetti d’interesse, per costruire con loro un percorso virtuoso.

E’ il momento di costruire insieme la rigenerazione di Papigno: è iniziata una fase di passaggio, una fase di svolta che va gestita con gradualità. Occorre passare dall’attenzione ai contenitori a quella sui contenuti lavorando sempre di più in rete. La prospettiva è quella di sviluppare politiche pubbliche integrate partendo, come in ogni progetto di rigenerazione, dalle vocazioni specifiche e dalle specializzazioni del territorio. Quindi, in questo caso, dalle competenze industriali acquisite, dall’avvio, poi interrotto della filiera dell’industria cinematografica e dalle risorse naturali della Valnerina. Un quadro che disegna per Papigno la necessità di una polifunzionalità del sito che possa combinare sinergicamente media, sport, cultura.

Alcuni degli interventi dell'Openday:


 Cultura

Accade in città

Gennaio 2017
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031