Notizia

Consiglio comunale, gli atti politici presentati stasera

(Direzione Generale/Uff. Stampa) - Tra gli atti politici presentati questa sera in consiglio comunale la proposta di atto di indirizzo illustrata da Mauro Nannini (FdS) e sottoscritta da Luzio Luzzi sulla necessità di salvaguardare il ruolo della città di Terni all’interno della riforma del sistema sanitario regionale. Nell’atto si chiede che il consiglio comunale impegni il sindaco e la giunta a ribadire la necessità d’individuare Terni quale sede della futura Asl dell’Umbria meridionale, “specie qualora venisse confermata, in sede di conversione in legge del decreto del Governo in materia di riordino delle province, l’abolizione della provincia di Terni”. Sullo stesso tema ha presentato un atto d’indirizzo anche Leo Venturi (Terni Oltre) chiedendo che il consiglio comunale impegni il sindaco e la giunta “a rappresentare in tutte le sedi la netta contrarietà ad ipotesi che prevedano il trasferimento della direzione Asl da Terni e a predisporre tutte le iniziative per evitare che questo accada.
Lo stesso Leo Venturi ha presentato una mozione sulla presenza e la riattivazione del termovalorizzatore Aria (ex Terni Ena), chiedendo all’amministrazione comunale di avviare un confronto immediato con Acea per “acquisire tutti i dati e gli elementi utili per valutare le ricadute economiche, ambientali ed occupazionali per il territorio”, attivare una commissione di esperti per valutare l’incidenza dell’attività dell’impianto sulla città” e “ad aprire un percorso partecipativo in città”.
Giocondo Talamonti (Gruppo Misto) ha presentato un ordine del giorno, firmato anche da Piccinini, Campili, Chiappalupi, Venturi, Nannini e Baldassarre, per impegnare il sindaco “a non concedere l’autorizzazione a manifestazioni che si rifanno al fascismo e al nazismo”, “ad esprimere gratitudine alle associazioni come l’Anpi e l’Anppia”, a “sollecitare le istituzioni scolastiche ad affrontare le tematiche di storia del secolo scorso”, “ad acquistare per la biblioteca libri che affrontano in chiave moderna il ruolo del popolo italiano nella lotta al nazi-fascismo”.