Notizia

"Da Outokumpu posizione irricevibile. Incontro non produttivo"

(Direzione Generale/Uff.stampa) - "L'incontro - dichiara al termine della riunione al ministero dello Sviluppo Economico il sindaco Leopoldo Di Girolamo -  non è stato produttivok, perchè ha visto sulle proprie posizioni Outokumpu,  la  societtà finlandese ha giustificato lo spacchettamento e la messa sul mercato del sito ternano per le richieste della Commissione europea  per la Concorrrenza. Non ha saputo spiegare adeguamente a quale logica industriale possa rispondere uno spezzattamento che indebolisce sicuramente la struttura industriale delle Acciaierie di Terni, con trasferimenti che non corrispondono certo agli interessi produttivi della nostra città e del Paese. Giustificazione  non condivisbili e irricevibili,  tutte le attività dello stabilimento siderurgico di Terni sono parte integrante del medesimo e tutte sono strettamente collegate tra di loro. Il governo, le istituzioni localli, hanno confermato l'intento di tutelare la capacità  industriale di Terni. Il governo è stato chiarissimo nel dire che non ci può essere alcuna collaborazione con una proprietà che si  muova al di fuori di logiche industriali che non tengano conto della piena produttività e indivisibilità degli impianti presenti nel nostro territorio. I rappresentanti della attuale proprietà ci hanno detto che in questa occasione non erano in grado di assumere decisione diverse da quelle che ci hanno ribadito e che ora parleranno con i propri azionisti".