Notizia

Edilizia scolastica, Di Girolamo: "Terni ai vertici nazionali di qualità grazie alle nostre scelte amministrative"

“La città di Terni si conferma ai vertici nazionali per sicurezza, accoglienza e qualità dei servizi dei suoi edifici scolastici di competenza comunale. E’  il frutto di un’attenzione particolare che  le diverse Giunte municipali succedutesi hanno posto verso questo importante  tema e che ci vede costantemente impegnati – come Amministrazione cittadina – a tutela della sicurezza, della salubrità, della funzionalità e delle ‘buone pratiche’ nelle nostre scuole per l’infanzia, elementari e medie inferiori. Nonostante i pesanti tagli centrali ai bilanci degli Enti locali e l’esiguità delle risorse destinate in questi ultimi anni dallo Stato alla messa in sicurezza e alla qualificazione dell’edilizia scolastica nazionale, il Comune di Terni ha saputo conquistare e  mantenere livelli di assoluta eccellenza del proprio patrimonio scolastico, facendone una delle priorità  della propria azione amministrativa, a tutela della funzione educativa e nell’interesse prioritario dei bambini e dei ragazzi, delle loro famiglie e del personale scolastico. Su questa strada stiamo proseguendo ancora in queste settimane e mesi per quelle opere di manutenzione e di ammodernamento che possono  ridurre ulteriormente rischi e inconvenienti ed elevare la già buona qualità complessiva dell’edilizia scolastica di competenza comunale e dei servizi al sistema educativo.” 

Così il Sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo ha commentato i risultati dell’indagine 'Ecosistema Scuola 2012' di Legambiente, che ha confermato la nostra città tra i dieci capoluoghi più virtuosi d’Italia  per la qualità dell’edilizia scolastica comunale.

In un quadro nazionale  nel quale permangono molte emergenze e ritardi, sia dal punto di vista della sicurezza  che da quello delle ‘buone pratiche’ in campo ambientale e dei servizi, Terni si conferma tra le poche eccellenze, situandosi in decima posizione, preceduta da 8 Comuni del nord Italia e da uno soltanto del  centro Italia - quello di Prato.

Le buone performances ternane contribuiscono in maniera determinante anche alla posizione medio-alta dell’Umbria  nel raffronto con le altre regioni italiane, con dati  confortanti per quanto riguarda in particolare le certificazioni relative alla sicurezza degli edifici e la dotazione di servizi messi a disposizione delle istituzioni scolastiche.