Notizia

Inflazione a settembre crescono i carburanti

(ufficio stampa) – Dal bollettino di settembre,  diffuso dai servizi statistici del Comune, emerge che i prezzi a Terni rimangono sostanzialmente stabili rispetto al mese di agosto, ma l’inflazione continua a crescere, segnando un +2,5% (dato leggermente migliore di quello nazionale che registra un +2,6%).
Gli incrementi maggiori sono quelli relativi alla divisione Abitazione, acqua, elettricità e combustibili, con un +1,2% rispetto al mese di agosto e un +9,1% rispetto al 2020, registrando l’inflazione annua più alta e ben al di sopra dell’indice generale.
In calo invece, come ogni anno al termine della stagione estiva, sia il capitolo Ricreazione, spettacoli e cultura (-1,2%), a causa della riduzione dei servizi legati al turismo, sia la divisione trasporti (-1,2%), per la diminuzione dei costi correlati al trasporto dei passeggeri. Quest’ultimo presenta comunque un’inflazione annua notevole (+6,4%), a causa dei rincari dei carburanti e di alcune tariffe.