Notizia

La stazione e la sua nuova porta protagoniste del Mat

(Direzione Generale/Uff.stampa) -  Venerdì 19 ottobre, alle 17.30, nell’atrio della stazione di Terni, anteprima sul progetto vincitore del concorso per la nuova passerella pedonale della stazione di Terni. Una riflessione, nell'ambito del Mese dell'architettura a Terni organizzato dall'ordine degli architetti con il patrocinio del comune di Terni, sulle nuove porte di accesso alle aree urbane. Una iniziativa condotta dall''architetto Michele Talia  dell’Inu, con interventi dell’architetto Roberto Meloni responsabile del Pit del Comune di Terni, dell’ingegner Luciano Frittelli direttore Territoriale Produzione Ancona di Rfi,  dell’architetto Elisa Eboli responsabile servizi tecnici Centostazioni
 "La stazione - dicono gli organizzatori - ha rappresentato per buona parte del Novecento uno dei luoghi simbolo della modernità, poi lo sviluppo dei mezzi di trasporto individuali l'ha relegata ad un ruolo marginale, diventando uno specchio dei principali conflitti che si consumano nelle città.
Oggi è in corso una profonda opera di rivalutazione e recupero delle stazioni che hanno finito per caratterizzarsi come nuove porte di accesso alle aree urbane, un luogo dove realizzare lo scambio tra diversi mezzi di trasporto, dove sostare ed avere informazioni. Le principali stazioni sono a ridosso delle aree centrali e quindi consentono un veloce accesso alle principali funzioni strategiche e sono diventate un luogo di riconciliazione tra politiche infrastrutturali e politiche urbane.
In una tendenza che porta a scegliere una mobilità dolce e ad incentivare l'uso di mezzi di trasporto collettivo la stazione rappresenta uno dei principali luoghi di interscambio. In una società sempre più votata al movimento le stazioni sono ormai centri significativi e polifunzionali, diventando un luogo di riconciliazione tra la ferrovia e la città contemporanea, trasformandosi da luoghi di passaggio a luoghi di passeggio".