Notizia

L'Araba fenice apre con il romanticismo di Alexei Nabioulin

(Direzione Generale/Uff.stampa) - Domenica 4 novembre a Terni al Gazzoli, alle 17.30, concerto inaugurale della sedicesima stagione dell’Araba Fenice, con il patrocinio del comune di Terni e in collaborazione con la Fondazione Casagrande. Sarà protagonista la musica pre-romantica e romantica, con uno dei massimo interpreti il pianista russo Alexei Nabioulin.Interpreterà tre sonate di Beethoven e alcuni brani di Chopin. Di Beethoven eseguirà la Sonata op.13 Patetica, poi la Sonata op.57 Appassionata, ed infine la Sonata n. 27 op.90. A seguire due Notturni dall’op.27 di Chopin e la chiusura con la Ballata n.1 op.23. Il prezzo dei biglietti è di 9 euro per l'intero, 7 ridotto, 2 euro per gli under 20.

Nabioulin è uno dei più interessanti e promettenti giovani pianisti della sua generazione, rinomato per il suo lirico poeticismo ed eccezionale virtuosismo, è conosciuto per la sua superba interpretazione della musica russa e quella del pieno romanticismo dell’ottocento. Nato nel 1978, già nel 1991 vince un riconoscimento internazionale per le sue performance con la delegazione del Soviet Children’s Fund in Canada e nel 1992 durante la Russische Wunderkinder in Germania. In seguito vince nel 1998 il 1° Premio e Premio speciale per la migliore esecuzione di F. Schubert alla 23esima edizione del concorso pianistico internazionale Casagrande a Terni. Nel  2000, vince il 1° Premio e Premio speciale per la migliore esecuzione alla quinta edizione del Concorso Pianistico Internazionale Field a Dublino. Nel  2002, si aggiudica il celebre Concorso Internazionale Tchaikovsky e alcuni premi speciali tra cui quelli del Conservatorio di Mosca per il miglior rendimento scolastico e dalla cultura. La sua carriera internazionale spicca il volo per raggiungere, vette insperate per la maggioranza dei pianisti. Nabioulin Ha suonato, nei più importanti Teatri d’Europa e di tutto il mondo, riscuotendo un ampio successo da parte del pubblico e dalla critica specializzata.
A Terni, Nabioulin, torna dopo cinque anni e arriva con alle spalle un ampio bagaglio di esperienza, nonostante la giovane età, che lo presenta come un pianista maturo, solido e dotato di equilibrio umano ed intellettuale.