Notizia

Stadio: "In regione non c'è il progetto ma non c'è un termine"

(ufficio stampa) - La Ternana calcio non ha ancora presentato in regione il progetto dello stadio ma non c'è un termine in tal senso, d'altronde siamo di fronte a un progetto complesso che richiede tempo, E' questo il senso della risposta della vicesindaca con delega ai Lavori Pubblici Benedetta Salvati che questa mattina, nell'ambito del question time, ha risposto a una interrogazione della consigliera del gruppo misto Doriana Musacchi che chiedeva chiarimenti in merito allo stato di avanzamento del progetto. 
La Musacchi ha sottolineato l’importanza strategica che riveste il progetto per tutto il territorio e il grande interesse che suscita nella cittadinanza che necessita di essere maggiormente informata sulla procedura in e sui diversi passaggi. La consigliera ha chiesto pertanto all’assessora di interfacciarsi con la Regione al fine di ottenere informazioni esaustive circa lo stato di avanzamento del procedimenti di darne comunicazione alla cittadinanza.
Benedetta Salvati: “L’iter procede e in tal senso sono molto serena. Come è noto la prima fase che ha visto impegnato il comune si è conclusa, a questo punto il proponente, la Ternana calcio dovrà provvedere alla redazione del progetto definitivo. Ovviamente si tratta di una progettualità  che richiede un tempo congruo, mi preoccuperei se la Ternana affrettasse troppo i tempi. La convocazione dei servizi sarà fatta dalla Regione che dovrà deliberare nei successivi 90 giorni. il comune è a disposizione della Ternana Calcio anche per tutti gli aspetti tecnici e ci sono già state anche interlocuzioni con gli uffici". 
La consigliera Musacchi ha detto di non essere sono contenta della risposta al 100%: "Non ho sentito dall’assessore chiarezza sulla presentazione o meno del progetto definitivo. Il mio messaggio era quello di far sapere". 
La vicesindaca Salvati ha precisato: “La prima fase che riguarda il comune si è conclusa rapidamente, per la presentazione in regione non ci sono scadenze, è naturale che il proponente lavori al meglio su un progetto complesso”. 
 

SPA - Ufficio Stampa/Agit