Notizia

Accendi il cuore per l’epilessia

(Ufficio Stampa/Acot) – “Accendi il cuore per l’epilessia” è il nome del patto di collaborazione che il comune di Terni ha stipulato con l’organizzazione di volontariato Aice Umbria, Associazione italiana contro l’epilessia.
“Ancora una volta, grazie all’azione del volontariato, è possibile favorire l’inclusione sociale di soggetti svantaggiati – dichiara l’assessore comunale al welfare Cristiano Ceccotti – fornendo assistenza alle famiglie, sostenendo anche giovani famiglie che si trovano in una dimensione di isolamento e rischio di emarginazione, senza punti di riferimento. L’associazione si occuperà anche di attivare uno sportello di ascolto per offrire informazioni, orientamento e consulenza sulla malattia”.
Lo sportello potrà offrire supporto anche in merito a diagnosi, agevolazioni, scuola, lavoro, patente e mobilità, sport, centri di cura, affettività/sessualità delle persone affette da epilessie, supporto ai docenti, educatori ed operatori. Oltre ad eventi di informazione e sensibilizzazione, è previsto almeno un incontro formativo l'anno sull’epilessia per docenti e genitori delle scuole dell'infanzia, primarie e secondarie; verranno organizzate iniziative promozionali in occasione della Giornata mondiale dell'epilessia e delle feste in onore del patrono San Valentino.
“Gli obiettivi specifici di questo patto – spiega la Direzione Welfare del Comune -  si traducono in attività di sensibilizzazione finalizzate all’eliminazione dei pregiudizi, attività di informazione rivolta alle scuole e agli insegnanti per affrontare con i bambini il tema più generale della diversità; attività di sostegno alle persone con epilessia e le loro famiglie; attività di informazione sulla farmacoresistenza; attività di raccolta fondi per sostenere la ricerca.”

 

 

SN - Ufficio Stampa/Acot