Notizia

Piazzale del cimitero: in consiglio sì al super green

(Ufficio stampa) - Nella seduta  di oggi pomeriggio il consiglio comunale di Terni ha ratificato, con  19 voti favorevoli e 12 astenuti, la delibera di giunta del 3 settembre sull'approvazione dello studio di fattibilità del progetto di riqualificazione urbana Piazzale Caduti di Montelungo. Si tratta di un intervento finanziato dal ministero della Transizione Ecologica, nell'ambito del programma sperimentale di interventi per l’adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano.

La delibera di consiglio, così come il precedente atto di giunta, approva dunque lo studio di fattibilità e le schede tecniche da inviare al ministero a seguito della partecipazione al bando emanato ad aprile 2021.
L'atto è stato illustrato in aula dalla vicesindaca con delega all'Ambiente Benedetta Salvati. che, tra l'altro, ha messo in risalto il coinvolgimento progettuale con l'università di Perugia .Il programma prevede finanziamenti per la realizzazione di interventi volti ad aumentare la resilienza dei centri urbani ai cambiamenti climatici, con particolare riferimento alle ondate di calore, alle siccità, ai fenomeni di precipitazioni estreme. E' riservato ai comuni con popolazione superiore a 60 mila abitanti. Tra questi è stato individuato anche il Comune di Terni, per un finanziamento complessivo di 643.285 euro.

A seguito di una ricognizione generale delle aree più vulnerabili, il gruppo di lavoro appositamente istituito all’interno dell’ente ha individuato come area di intervento la zona localizzata nell’area antistante al cimitero cittadino. L’area presenta delle caratteristiche di particolare vulnerabilità, soprattutto per le ondate di calore e l’effetto isola di calore che si creano nella zona attualmente adibita a parcheggio, costituita da ampie aree asfaltate prive di coperture ombreggianti, e nella zona dedicata alle vendite floreali per il cimitero, ospitata in una vecchia struttura in prefabbricato, che risulta particolarmente soggetta alle escursioni termiche, soprattutto nei periodi di maggiore insolazione, costringendo gli operatori al costante utilizzo di sistemi di condizionamento.

Quattro gli interventi individuati:
- riforestazione di una superficie pari a 570 metri quadri, attraverso la piantumazione di alberi e specie arboree autoctone con una spesa complessiva di 53.900 euro;
- ripristino della permeabilità delle superfici - 2100 metri quadri - destinate a stalli di sosta delle auto e percorsi ciclopedonali, attraverso l’impiego di pavimentazioni drenanti per una spesa complessiva di 393.285 euro;
- realizzazione di una copertura ombreggiante ad elevata riflettanza solare ed elevata emissività termica che prevede una spesa  di 190.000 euro;
- valutazione dell'efficacia delle soluzioni adottate attraverso indagini teorico-sperimentali e grazie all’utilizzo di strumenti innovativi, come un drone equipaggiato con albedometro e termocamera ad infrarossi, che consentano di ottenere un modello da assumere come riferimento per altri interventi urbani. Questa azione sarà condotta in collaborazione con il dipartimento di Ingegneria dell’Università di Perugia, per una spesa di 6.100 euro.