Notizia

Tallarico (PTca): “In Consiglio un’azione non contro di me, ma contro la città”

(Direzione Generale/Uff. Stampa) – “In seguito alle vicende relative all’elezione dei vice-presidenti del Consiglio comunale intendo esprimere, oggi, a mente fredda la mia posizione”. Lo dichiara in una propria nota David Tallarico (PTca), vicepresidente uscente, proposto per la rielezione dal presidente del gruppo del Pd a nome del centro-sinistra, ma che ha ottenuto 11 voti, contro i 12 di Giocondo Talamonti e di Carlo Orsini.
“Nella giornata di ieri – dice Tallarico - si è tenuta un’importante riunione di maggioranza che, per forza di cose, ha riguardato la vicenda consumatasi lunedì in consiglio, dove non sono stato riconfermato alla vicepresidenza nonostante le indicazioni e gli accordi di maggioranza”.
“E' giusto fare chiarezza, per rispetto della città e delle istituzioni che mi onoro di rappresentare: per questo ieri sera ho comunicato ufficialmente, come  peraltro avevo già fatto, a differenza di altri, dopo l’esito della votazione del Consiglio, la mia non disponibilità a ricoprire né adesso, né in futuro, la carica di vice Presidente del Consiglio comunale. Incarico che credo, anche dopo le attestazioni di stima ricevute negli ultimi giorni da tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione, locali e regionali, di aver svolto seriamente e con grande rispetto istituzionale”. “Per stile di vita – continua Tallarico - accetto il verdetto del campo e la serie che esso decreta: perciò non sarò disponibile ad eventuali ripescaggi ed è proprio quello che ho ribadito durante la riunione di maggioranza a tutti i segretari dei partiti della coalizione di centro sinistra e ai colleghi presenti, dopo averli ringraziati per la possibilità offerta”.
“A distanza di due giorni sono sempre più convinto che quanto accaduto in consiglio non sia un’azione contro di me, ma piuttosto contro la città  che sta vivendo uno dei momenti più complessi e difficili della sua storia e di tutto avrebbe bisogno ora tranne che di una situazione come questa che rischia di distrarre la nostra attenzione dai temi realmente importanti e decisivi”. “Proprio per questo, perché amo la mia città, e per senso di responsabilità, faccio un passo indietro. Altri non l’hanno ancora fatto e sarà la città a giudicare i loro comportamenti, scorretti e soprattutto non rispettosi delle istituzioni e dei cittadini che rappresentano”. “Chi nella vita non è leale – conclude Tallarico -  è destinato a soccombere, pure se oggi gioisce per una vittoria effimera, ma sono sicuro che coloro che hanno messo in campo questa azione scorretta, saranno valutati dai loro stessi elettori, che mi auguro, in futuro, non rappresenteranno più. Da parte mia, in ogni caso, nessun rancore, ma anzi il ringraziamento a chi mi ha votato nel 2009 e lunedì sera, oltre che a coloro che mi hanno voluto manifestare il proprio sostegno".